Quel desiderio di non appartenenza (L’Osservatore Romano)

Il 4 febbraio di centoventi anni fa nasceva, a Neully-sur-Seine, Jacques Prévert, delizia di generazioni di innamorati, croce di borghesi benpensanti e solidi giocatori di borsa per i quali quelle da lui cantate erano null’altro che smancerie e perdite di tempo per chi di tempo ne aveva, da perdere: un fannullone, un poco di buono, un vagabondo o qualcosa di simile. E non erano troppo lontani dalla verità, nonostante i luoghi comuni.

http://www.osservatoreromano.va/it/news/quel-desiderio-di-non-appartenenza

di Marco Testi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *